Una cura efficace per i problemi di artrosi all’anca – Eliminare il dolore

A colloquio col Prof Migliore responsabile della Unità Operativa di Reumatologia dell’Ospedale San Pietro

Per eliminare il dolore e ritrovare la mobilità di questa articolazione così importante si può infatti procedere ad infiltrazioni con guida ecografica di acido ialuronico, cioè iniezioni effettuate usando un ecografo per dirigere il farmaco nel punto esatto in cui c’è bisogno di questa terapia. I risultati di questa cura sono decisamente interessanti perché con sole due-tre iniezioni all’anno possiamo eliminare gran parte dei fastidi ma non solo: è anche possibile tentare di fermare la progressione dell’artrosi riducendo e ritardando così il ricorso all’intervento chirurgico.  L’artrosi dell’anca non è un problema che coinvolge solo le persone in tarda età, ma anche pazienti giovani, che magari hanno subito traumi o hanno praticato intensa attività sportiva a livello professionistico e possono andare incontro precocemente a questo tipo di problemi.

Inoltre non è una malattia ineluttabile: è Invece una malattia che si può e si deve prevenire e curare, anche se è vero che colpisce di più gli anziani e che la maggior parte delle persone con l’invecchiamento del corpo umano accusa fastidi di questo genere. Stile di vita, traumi, attività sportiva e lavorativa possono influire sull’insorgenza ed il decorso della malattia.

Davvero possiamo curare l’artrosi dell’anca con una semplice iniezione? Sì, è possibile ma ad una condizione: che l’artrosi sia in fase iniziale o intermedia. I casi in cui il problema è ormai cronicizzato da molti anni e ha già portato ad una grave invalidità presentano infatti minori possibilità di successo benché sia comunque possibile tentare ugualmente questo tipo di terapia, che in termini medici viene chiamata terapia intra-articolare dell’anca”. 

Prof. Alberto Migliore

Leave a Reply

Your email address will not be published.